Porte in cristallo: come scegliere quelle più adatte

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su twitter
Condividi su google
porta in cristallo

Le porte in cristallo sono un elemento di grande impatto estetico. Sono molto utilizzate per chiudere grandi aperture interne, per sezionare open space e per costruire eleganti cabine armadio. Grazie alla loro versatilità è possibile creare innumerevoli configurazioni e personalizzare al massimo la propria chiusura.

Ante delle porte in cristallo

Le ante che presenti sul mercato sono essenzialmente due, anta a vetro a filo lucido o tuttovetro e l’anta con profilo in alluminio perimetrale. In entrambe le tipologie è possibile inserire diverse tipologie di vetro rispettando alcuni spessori. I produttori di queste porte hanno in gamma una serie molto vasta di vetri dai più classici ai più lavorati arrivando alla possibilità di realizzare disegni personalizzati dal cliente

Anta vetro filo lucido

L’anta a vetro a filo lucido è un anta completamente vetrata senza altri elementi. Molto essenziale e molto pulita, è apprezzata per la sua essenzialità. A seconda del sistema di apertura che si desidera, questa tipologia di anta può avere superiormente, un binario, pinze o sostegni nel caso per esempio di scorrevoli esterno muro a binario, oppure , utilizzando un sistema di scorrimento ad incasso a soffitto, vedere solo un’anta di vetro che si muove

Anta con profilo in alluminio

L’anta in vetro con profilo in alluminio è un anta vetrata intelaiata in un profilo di alluminio che può essere verniciato in diverse colorazioni. Utilizzando questa anta è possibile realizzare anche traversi orizzontali ed anche avere diverse tipologie di vetro all’interno della stessa anta magari dividendo parte superiore traverso e parte inferiore.

Le ante realizzate con un profilo di alluminio perimetrale sono utilizzabili anche senza l’installazione di una ulteriore maniglia perchè è il profilo stesso a diventare prensile e permettere la movimentazione dell’anta

Sistemi di apertura delle porte in cristallo

Il mercato propone molteplici soluzioni di apertura per le porte in cristallo.da quelle più classiche a quelle più particolari.

Porte in cristallo con apertura a battente

Con le porte in cristallo è possibili realizzare delle porte con apertura a battente tradizionale e anche con serratura. Come accade per le porte interne tradizionali anche in questo caso abbiamo diverse possibilità che si caratterizzano per aspetti funzionali e di design.

Porte con cerniere e telaio

Le porte con cerniere a telaio sono porte in vetro che hanno un telaio come le porte tradizionali. Su questo telaio sono fissati i cardini. Questa tipologia di porta è adatta dove si vuole sostituire una porta in legno con una in vetro. Infatti il telaio permette di coprire il controtelaio tradizionale. Oppure è utile se si vogliono tutte le porte con il medesimo telaio con lo stesso spessore e lo stesso colore della altre porte installata tradizionali.

Porte con cerniera a muro

Le porte con cerniera a muro sono installate o fissando direttamente specifiche cerniere a muro oppure prevedono l’installazione di un controtelaio che viene poi rivestito dall’intonaco. Sono porte molto belle che hanno il muro a vista tutto intorno e non hanno battuta. Tra queste e la tipologia sopra descritta la differenza è principalmente estetica e la scelta deve essere fatta da chi le vuole installare. Nel primo caso abbiamo porte più tradizionali mentre nel secondo porte più particolari che però richiedono che il muro sia finito e non vi sia controtelaio in legno

Porte in cristallo scorrevoli interno muro

E’ possibile realizzare porte scorrevoli all’interno del muro in vetro con diverse configurazioni. Per poter installare questo tipo di porte è necessario prevedere l’utilizzo di un sistema a cassonetto da inserire all’interno del muro. A seconda della composizione che vogliamo realizzare sceglieremo il cassonetto adatto.

Possiamo realizzare porte in cristallo scorrevoli all’interno del muro a 1 anta, a 2 ante contrapposto o a inseguimento, a 3 ante anche ad inseguimento. I produttori di cassonetti per porte scorrevoli interno muro propongono spesso kit per la finitura del cassonetto

Per approfondire e vedere tutte le possibilità offerte dai cassonetti per porte scorrevoli interno muro, gli accessori e le soluzioni tecniche ti suggeriamo questa guida.

Controtelai per porte scorrevoli: quale scegliere

Porte in cristallo scorrevoli con binario a parete

E’ possibile realizzare porte scorrevoli in cristallo esterno muro con binario a parete. Il binario può essere coperto da una veletta in alluminio o in legno, in alternativa esistono modelli che fondano il loro design sulla visibilità sia del binario che dei sistemi di aggancio superiori dell’anta in vetro.

Anche per le porte scorrevoli in cristallo esterno muro con binario a parete è possibile realizzare diverse configurazioni a una o più anta sia ad inseguimento che contrapposte.

Porte in cristallo scorrevoli a soffitto

Le porte in cristallo permettono di realizzare sistemi scorrevoli a soffitto per dividere ambienti e realizzare vere e proprie pareti mobili. I sistemi di questo tipo offrono molte possibilità ed in particolare permettono di realizzare aperture personalizzate molto ampie. Si accoppiano ante e binari a seconda di quello che si vuole ottenere nella propria stanza. Le possibilità sono tantissime e si potrà trovare quella più adatta alle proprie esigenze.

Il binario che viene installato a soffitto può essere a vista o incassato.

Porte in cristallo scorrevoli a soffitto con binario a vista

Le porte in cristallo scorrevoli a soffitto con binario a vista sono caratterizzate da un binario superiore che viene protetto da una veletta in alluminio o in legno che può essere verniciata del colore che vogliamo

Porte in cristallo scorrevoli con binario incassato a soffitto

Spesso nella propria abitazione si realizzano controsoffitti o velette per incassare l’illuminazione o coprire vani tecnici ed impianti. Le porte in cristallo a soffitto offrono anche la possibilità di incassare a soffitto il binario, facendolo scomparire totalmente. L’effetto è quello di un anta in vetro che si muove senza che si vedano i meccanismi.

Porte in cristallo con apertura a libro

Sul mercato sono presenti anche porte in cristallo con apertura a libro. Questa tipologia di porte in cristallo unisce le caratteristiche funzionali delle porte pieghevoli con le caratteristiche estetiche del vetro. Le aperture possono essere a 1 o 2 ante, in un caso avremo due mezze ante da un lato nell’altro avremo 2 mezze ante da un lato e 2 dall’altro.

Tipologie di vetro

Esistono diverse tipologie di vetro con caratteristiche funzionali ed estetiche molto diverse. I vetri utilizzati per realizzare porte in cristallo possono essere temprati o stratificati per garantire una protezione antinfortunistica. Dal punto di vista estetico abbiamo diverse possibilità:

Vetri trasparenti

Possono essere neutri o fumè. Questi vetri lasciano passare completamente luce e sguardi.

Vetri satinati o sabbiati

I vetri satinati o sabbiati sono vetri opachi che non lasciano vedere nitidamente le figure a cui si frappongono. Possono essere neutri oppure fumè come i vetri trasparenti. In questo caso abbiamo due possibilità: realizzare la satinatura su un vetro temprato oppure su vetro stratificato. Nel primo caso un lato del vetro temprato sarà lavorato, nel caso del vetro stratificato la lavorazione sarà tra i due vetri, quindi entrambi i lati dell’anta saranno lucidi.

Vetri riflettenti

I vetri riflettenti possono essere neutri o fumè. La loro caratteristica principale è essere specchiati da un lato. Questo specchio si attiva quando abbiamo una differenza di luminosità tra gli ambienti che la porta divide. Per questo motivo i vetri riflettenti spesso sono utilizzati tra cucina e sala e per realizzare cabine armadio.

Vetri retrolaccati

I vetri retrolaccati sono vetri totalmente opachi che non lasciano passare la luce. Possono essere lucidi o opachi. Inoltre è possibile realizzare vetri bifacciali, scegliendo il vetro stratificato, con colori diversi da un lato e dall’altro dell’anta. Un altra possibilità è inserire una specchiatura.

Vetri con stampa digitale

Esiste la possibilità di realizzare disegni personalizzati o scegliere tra i disegni proposti dai produttori realizzati con la stampa digitale. Questa tecnica permette di creare qualsiasi disegno possibile ed amplia all’infinito le possibilità estetiche dell’anta in cristallo.

Vetri con inserti materici

Molti produttori propongo vetri che al loro interno hanno inserti materici, tessuti o reti metalliche o altri materiali.

Cabine armadio

Un esempio classico di utilizzo di questi sistemi si riferisce alle cabine armadio. Utilizzando un sistema a diverse ante a soffitto è possibile creare una chiusura per un vano che può essere arredato con mensole e contenitori a vista. Alcuni produttori propongono la soluzione completa, altri propongono solo la chiusura in vetro.

Per queste tipologie di soluzioni è possibile utilizzare vetri riflettenti in combinazione con una illuminazione all’interno del vano chiuso. L’effetto, quando la luce interna al vano è spenta, il vetro riflette quindi non si vede l’interno, quando si accende la luce interna al vano è possibile vedere l’interno dell’armadio

Chiusura cucina-salotto

Un altro utilizzo comune delle porte in cristallo è nella chiusura tra salotto e cucina. Quando si vuole continuità tra cucina e salotto ma allo stesso tempo si vuole mantenere la possibilità di chiudere isolare saltuariamente i due ambienti. Oppure se si vuole lasciare passaggio di luce tra cucina e salotto le porte in vetro possono essere impiegate. Utilizzando vetri diversi è possibile ottenere effetti diversi.

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su twitter
Condividi su google

Articoli correlati

Dati fatturazione

Non hai il permesso di visualizzare questo modulo.

Dati dettagliati

Non hai il permesso di visualizzare questo modulo.