Come pulire le zanzariere della propria casa

Come pulire le zanzariere della propria casa
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su twitter
Condividi su google

Tabella dei Contenuti

All’interno di questo articolo trovi le informazioni di base per capire come pulire, lavare e mantenere funzionanti le zanzariere della tua casa.

Tipologie di zanzariere

Sul mercato esistono diverse tipologie di zanzariere:

  • Scorrevoli verticali: il telo della zanzariera si arrotola nel cassonetto fissato nella parte superiore della finestra.
  • Scorrevoli laterali con guida: il telo della zanzariera si arrotola all’interno di un cassonetto posizionato sulla spalla laterale della porta finestra. Nella parte inferiore si installa una guida (molto spesso asportabile) che mantiene teso il telo.
  • Scorrevoli laterali con  guida a carrarmato: il telo si avvolge all’interno del cassonetto posizionato sulla spalla laterale della porta finestra. Il sistema con guida a carrarmato evita di avere guide fisse a pavimento.
  • Plissé: Questa tipologia ti telo è caratterizzato da molteplici pieghe a fisarmonica, questo ci permette di impacchettare la zanzariera senza però installare cassonetti per l’avvolgimento.
  • A battete: il telo è inserito in un telaio perimetrale, rimane sempre teso e a vista.

A cosa servono le zanzariere

Le zanzariere applicate a finestre e porte finestre sono un sistema di protezione per difenderci da cimici, mosche e zanzare. Questa è sicuramente la soluzione più green che possiamo utilizzare per proteggerci dagli insetti evitando cosi di utilizzare spray, moschicidi e zampironi all’interno degli ambienti domestici.

Soprattutto nelle belle stagioni la zanzariera ci permette di:

  • Tenere le finestre aperte e arieggiare correttamente la casa
  • Tenere gli insetti fuori dalla nostra casa
  • Filtrare l’aria da pollini o polveri

Come pulire le zanzariere con il vapore

Uno dei sistemi più efficaci per la pulizia della zanzariera è il vaporetto con beccuccio nebulizzante. La pulizia delle zanzariere ad alte temperature oltre a rimuovere molto dello sporco ci permette di eliminare anche il grasso e lo smog che, con il passare del tempo si depositano sul telo. Vi consigliamo di non avvicinare troppo il beccuccio alla rete della zanzariera in quanto potrebbe danneggiarla viste le alte temperature del vapore. Una volta passato il vapore su tutta la superficie della rete passiamo delicatamente con un pannetto per asciugare la zanzariera e raccogliere i residui di sporcizia.

Come pulire le zanzariere con aceto

In assenza di macchinari sofisticati pussiamo ricorrere ai buoni sistemi tradizionali manuali per la pulizia delle zanzariere.

Per prima cosa con un pennello o un aspirapolvere con beccuccio a setole andiamo a “spolverare” tutta la rete. Prepariamo a parte un secchio con circa tre litri di acqua del rubinetto  dentro il quale inseriremo anche 1 bicchiere di aceto e 3/4 cucchiai di sapone liquido per piatti. Con una spugnetta o un panno spargiamo la soluzione su tutta la superficie della zanzariera avendo cura di strofinare senza spingere troppo per non danneggiare il telo e non farlo uscire dalle guide. Una volta finita la pulizia passiamo con un panno in microfibra per rimuovere lo sporco e l’acqua in eccesso.

Strumenti utili per pulire le zanzariere

Si, esistono strumenti dedicati alla pulizia delle zanzariere. Questi strumenti ci permettono, lavorando con calma e tatto di poter pulire agevolmente le zanzariere senza rischiare di romperle o danneggiarle.

Questo strumento è composto da un rullo con setole da un lato e da una spugna dall’altro. Iniziamo la pulizia della zanzariera con il rullo. Passiamo su tutta la superficie le setole per spolverare e rimuovere eventuali incrostazioni di sporcizia. Finita la prima fase di pulizia possiamo passare all’utilizzo della spugna opportunamente bagnata con prodotti da pulizia non aggressivi o con la miscela acqua-detersivo-aceto che abbiamo visto nel paragrafo precedente. Finito il passaggio di pulizia con la spugna asciughiamo la rete con un panno in microfibra.

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su twitter
Condividi su google

Potrebbero interessarti

Ti potrebbero interessare

STIMA

CONFIGURA IL TUO PROGETTO
IN 5 MINUTI
Free

NON TROVI LA TUA AZIENDA?

Inseriscila subito su Archibudget
aziende

Iscriviti

Crea il tuo account

iscrizione popup
Tipologia account *

Dati fatturazione

Non hai il permesso di visualizzare questo modulo.

Dati dettagliati

Non hai il permesso di visualizzare questo modulo.